Dissolvenza e distress: i migliori jeans in denim grezzo per uomo

Un paio di jeans è un paio di jeans, giusto? Sbagliato. E non devi essere un capo del denim per arrivare a questa conclusione: mentre la costruzione può essere più o meno la stessa da un paio all'altro - dai o dai differenze di standard e resistenza del filo, il cotone è tradizionale, un policotone è molto più resistente - la vera distinzione sta nel tessuto. E non c'è altro modo per dirlo: americano e Jeans giapponesi sono i migliori. Ci vuole indossare un paio di 'oro blu' per saperlo, e questo può essere un processo arduo, dato che il denim grezzo richiede un abbigliamento pesante prima che si ammorbidisca e inizi a modellarsi sulla forma del tuo corpo. Ma l'esperienza è difficile da discutere.

Questo rende un denim rigido e scuro l'unica scelta? È una preferenza personale. Parte del piacere dei jeans sta nel renderli tuoi; la forma e le sfumature che sviluppano sono un prodotto unico del tuo stile di vita. Riflettono dove riponi il portafoglio, se vai in bicicletta, quanti squat fai ogni mattina e simili. Il i migliori jeans nel tuo guardaroba tenderai sempre ad essere quelli che hai indossato di più. Ma alcune persone (e la vita è breve) non vogliono aspettare. È per questi che negli anni si sono sviluppati i tanti tipi di lavaggi - poco più che trattamenti che anticipano il processo di invecchiamento -: stone-washing (così chiamato perché lava letteralmente i jeans con la pietra pomice), snow-washing (utilizzando acidi) e simili.

Produzione giapponese di cimosa e denim grezzo presso Hawksmill Denim Co

Ma è meglio evitare il pre-stress pesante - gli strappi posizionati ad arte e le toppe usurate (posizionate ad arte in punti identici su mille paia, cioè) - è meglio evitare. Da un lato, i processi di dissolvenza artificiale sono stati in gran parte una cattiva notizia per l'ambiente, per non parlare del danno alla salute delle persone impiegate per svolgere il lavoro; è per questo che oggigiorno utilizzano i laser per ottenere la stessa finitura. E per due, sembra semplicemente terribile. Qualche angosciante è fatto in modo convincente. La maggior parte non lo è, ad esempio mettendo dissolvenze e strappi dove non si verificherebbero mai con l'usura effettiva.



Come ti stanno i jeans , ovviamente, è una questione di preferenza, ma probabilmente segue la stessa filosofia: evitare gli estremi. Sì, gli stili larghi lo sonotrend nella moda maschile, ma guarda indietro agli anni di Madchester o all'inizio dell'hip-hop degli anni '90 per vedere come ha funzionato. E sì, puoi trovare modelli attillati, il tipo amato dagli uomini che in genere optano anche per magliette con scollo a V estremamente profondo. Ma nessuno di questi estremi tende ad essere così versatile. In effetti, c'è una buona ragione per cui il taglio Levi's 501 (versione 1944 o 1947) è stato il più copiato nella storia della produzione di jeans: perché la sua silhouette a vita media e gamba dritta funziona praticamente con tutto. È sufficientemente largo per guardare la parte con scarpe da ginnastica e una felpa; sufficientemente rifinito per guardare la parte con mocassini e un Camicia button down in Oxford .

Ciò ammesso, la tua scelta dipende quindi dalla pletora di piccoli dettagli che ti fanno parlare un paio quando un altro paio quasi ma non proprio lo stesso non lo fa: il colore del filo di cucitura o il bordo della cimossa; l'opera d'arte sulla toppa in pelle; il tipo di pulsanti; la forma e le dimensioni delle tasche posteriori; il design dell'arcuato (le cuciture decorative specifiche del marchio sopra quelle tasche posteriori); e così via.

Non sai da dove cominciare? Prova i marchi seguenti, ognuno dei quali è rinomato per i suoi jeans in denim grezzo.

7 delle migliori marche di denim grezzo

A.P.C.

Fondata nel 1987, A.P.C. con sede a Parigi ('Atelier de Production et de Création') è il re dei capi di abbigliamento facili da indossare. Il marchio sceglie a mano il miglior denim giapponese con cimosa per i suoi amatissimi jeans Petit New Standard, che presentano dettagli classici e senza fronzoli in una vestibilità skinny facile da indossare (non preoccuparti, sono tagliati più slim che skinny).

apc.fr

Acne Studios

Fondata nel 1997 da Jonny Johansson, Acne Studios ('Ambition to Create Novel Expressions') offre denim di fascia alta in colori intensi con hardware in metallo di alta qualità. I suoi jeans Max Slim e North Slim presentano una vestibilità elegante e snella ideale per look casual eleganti e sono realizzati in denim grezzo che invecchierà e si romperà piacevolmente nel tempo.

acnestudios.com

Atelier di Blackhorse Lane

Gli atelier Blackhorse Lane producono e vendono jeans prêt-à-porter di alta qualità con cimosa e jeans in denim grezzo organico dalla sua base di Londra. L'attenzione dell'azienda alla sostenibilità, alla comunità e alla qualità senza pari è guidata dai 25 anni di esperienza nel settore tessile del fondatore Bilgehan 'Han' Ates.

L'E8 Super Slim Tapered Indigo Raw Selvedge del marchio è un jeans premium con una vestibilità slim moderna, realizzato con denim grezzo indaco da 14 once tessuto in Giappone dal rinomato Kurabo Mill. Una serie di caratteristiche e dettagli classici rendono questa scelta forte.

blackhorselane.com

Edwin

Edwin lo era stabilito in Giappone da un certo Mr Tsunemi nel 1947. La sua motivazione: una forte passione per il denim, e il desiderio di importare jeans direttamente dagli Stati Uniti poiché non c'era denim prodotto in Giappone all'epoca. Fu solo nel 1961 che Edwin iniziò a produrre il proprio denim. Oggi, il marchio fonde la sua eredità giapponese e la dedizione all'artigianato con un tocco europeo contemporaneo.

Edwin's ED-80 Slim Tapered Jean è la scelta di Ape. Disponibili in denim grezzo non lavato in una profonda tonalità di nero, presentano dettagli in cimosa rossa, patta con bottoni, cinque tasche e sono rifiniti con una toppa in pelle con marchio sul retro.

edwin-europe.com

Levi's

Dove tutto è cominciato. L'iconico marchio di Levi Strauss ha aperto la strada ai jeans nel 1873, stabilendo lo standard con il suo tipico stile '501'. Il marchio impareggiabile unito a qualità e costruzione di prima classe rendono Levi's una scelta inevitabile, anche oggi.

Il 1947 501 dell'etichetta era il jeans di una nuova generazione dopo la seconda guerra mondiale, quando le materie prime tornarono a essere disponibili e Levi Strauss & Co. tornò alla produzione pesante per soddisfare la crescente domanda. L'attuale 501 presenta una vestibilità più slim e nessun dettaglio estraneo come i bottoni a strappo o per bretelle, ma vanta rivetti da tasca per orologi e denim cimosa di Cone Mills, nel North Carolina, un partner del marchio Levi's da oltre 100 anni.

levi.com

Nudie

Nudie Jeans ha sede a Göteborg, Svezia ed è specializzata in denim premium sin dalla sua fondazione nel 2001. Artigianato di alta qualità, convenienza e attenzione alla sostenibilità e metodi di produzione etici rendono questo famoso marchio di denim sempre popolare. Una varietà di vestibilità, stili e taglie significa che ce n'è un paio adatto a ogni ragazzo.

Il Marchio scandinavo I jeans 'Grim Tim' sono un punto culminante. Realizzati in Italia in denim secco biologico, che si ammorbidirà e si romperà nel tempo, hanno una vestibilità slim con un pizzico di elasticità per garantire comfort per tutto il giorno.

nudiejeans.com

Rag & Bone

Guidato da Marcus Wainwright, Rag & Bone è rinomato per i suoi modelli in denim super cool e di alta qualità, ispirati all'abbigliamento da lavoro e alla sartoria tradizionali.

I jeans Fit 2 Slim-Fit Raw Selvedge dell'etichetta sono realizzati con cimosa grezza premium da 10 once, progettati per ammorbidire e sviluppare una vestibilità e una sensazione personali con l'usura. Un comodo taglio a vita media significa che possono essere indossati per occasioni eleganti o casual.

rag-bone.com

Prendersi cura del denim grezzo

Per il vero denimhead, gran parte della preoccupazione non sta nella scelta di un paio di jeans, ma in seguito alle loro esigenze pignole. Anche il modo in cui viene curato il tuo denim - e pensavi che il punto centrale del denim fosse che doveva essere praticamente indistruttibile - è per alcuni motivo di preoccupazione. Vai in giro e puoi anche trovare detersivi specializzati con cui lavare i jeans: il buon vecchio Daz non è sufficiente per il compito. O, più specificamente, rischia di lavare via la vita dai tuoi jeans: l'indaco è una tintura naturale e si sbiadisce abbastanza rapidamente, quindi i detersivi comuni li sbiadiranno dappertutto in un colpo solo. Alcuni addirittura si rivolgono al lavaggio a secco nel tentativo di mantenere quella ricca tonalità di denim scuro iniziale. Non farlo: le sostanze chimiche alla fine distruggeranno il tessuto.

Naturalmente, le discussioni sul lavaggio del denim possono essere discutibili per la maggior parte dei denimhead perché non lo lavano, o almeno solo con riluttanza. Il cosiddetto denim 'asciutto', ovvero la varietà rigida e dall'ombra profonda di cui sono fatti i jeans non trattati, dovrebbe, dicono, essere indossato il più a lungo possibile prima di ricevere il primo lavaggio. E per quanto possibile intendono circa sei mesi. Ciò consente la massima personalizzazione, dalla piegatura allo sbiadimento naturale, della fabbricazione del denim e che la tintura indaco sia 'bloccata' per prima. Per lo stesso motivo raccomandano di non tentare di pulire i punti locali durante questo periodo: crea semplicemente una toppa più grande e più distintiva che può durare per anni di usura.

Ma c'è la questione dell'igiene da considerare. Anche in questo caso, sono disponibili spray per uccidere i batteri. Altri suggeriscono di appendere i jeans sulla linea per alcuni giorni alla luce del sole: il sole è il miglior disinfettante, come si suol dire, oltre ad aiutare ad invecchiare i jeans più velocemente, se è quello che vuoi. Altri ancora consigliano di indossarli per un tuffo in mare, i sali hanno un effetto simile. Ma questi metodi sono veramente utili solo durante i mesi più caldi e stanno solo rimandando l'inevitabile.

Denim presso la famosa Cone Mills Corporation. Un tempo leader mondiale nella produzione tessile di denim e altri tessuti di cotone per la maggior parte del 20 ° secolo. L'azienda aveva sede a Greensboro, nella Carolina del Nord e le sue fabbriche si trovavano principalmente nella Carolina del Nord e del Sud.

Certamente, se devi lavare i tuoi jeans - e la maggior parte di noi riconoscerà la necessità di farlo almeno una volta ogni tanto - gli esperti sostengono ardentemente che anche qui ci sono alcune cose da fare e da non fare, anche se non necessarie tutti d'accordo. Alcuni dicono che i jeans dovrebbero essere lavati solo al rovescio: questo espone solo la trama più morbida della parte interna dei jeans all'attrito contro il cestello della lavatrice, risparmiando un'usura eccessiva sul lato esterno visibile. Alcuni addirittura consigliano di lavarli a rovescio all'interno di una vecchia federa. I tuoi jeans dovrebbero essere lavati con il minor numero di indumenti possibile, con un ciclo breve e utilizzando una quantità minima di detersivo senza agente sbiancante (o anche una piccola quantità di shampoo delicato). Nonostante l'etichetta standard 'lavare a 60 ° C', lavarli in un ambiente il più freddo possibile.

A meno che i tuoi jeans non siano Sanforizzati - un processo sviluppato nel 1930 da una Sanford Cluett, che riduce il restringimento a livelli quasi trascurabili - il denim asciutto si restringerà fino a due pollici in vita e tre nella gamba una volta lavato. Da qui il consiglio del personale del negozio di acquistare in grande. Il restringimento continuerà anche per i primi lavaggi. Prima di apportare modifiche permanenti al denim asciutto è inoltre necessario tenere conto dell'accorciamento “naturale”, che avviene attraverso l'accumulo di pieghe a livello del cavallo e delle ginocchia. Una volta terminato il lavaggio, i jeans devono essere immediatamente rimossi dalla macchina, girati indietro nel modo giusto per l'asciugatura, scossi e rimessi in forma mentre sono ancora umidi - a quel punto il restringimento può essere contrastato in una certa misura con un buon strattone - e lasciate asciugare spiegate e naturalmente. Nessuna asciugatrice per favore.

Prendersi cura dei propri jeans potrebbe, in altre parole, diventare un lavoro a tempo pieno. Anche le riparazioni sono un problema. I jeans vanno riparati solo con un cerotto dello stesso tipo (asciugare a secco, prelavare con prelavato), in modo da evitare un effetto stropicciato al successivo lavaggio. Per quanto riguarda il rammendo: dovresti - e, naturalmente, lo sapevi già - utilizzare un intreccio di non una ma due tonalità di filo blu che insieme si avvicinino il più possibile al blu dei tuoi jeans.

Sì, puoi scommettere che i cowboy non hanno avuto così tanti problemi. Si è tentati di credere che avrebbero trovato tali regole per la cura del denim rasentando il ridicolo. Avrebbero buttato i jeans in lavatrice - se ne avevano avuti uno - come e quando era richiesto. E avrebbero concentrato le loro energie su litigare, spacciare, sparare o rapinare i treni. E, senza dubbio, sarebbero sembrati estremamente eleganti mentre lo fai.